lunedì 29 novembre 2010

L'Alpe di Stagno

L'Alpe di Stagno si trova a circa 1200 metri di quota.
La posizione strategica della piccola borgata di Stagno, ai piedi del monte, fu per molti anni sede di coloro che dominarono nei tempi antichi, da Pistoia fino a quasi Bologna. 
La zone fu per decenni dominio dei longobardi. 
Salendo all'Alpe di Stagno si comprende perchè fu scelto un luogo così remoto per dominare intere vallate.
Da lassù è possibile ammirare uno straordinario panorama. La vista spazia senza ostacoli per quasi 300 gradi. Si possono vedere le montagne dell'appennino toscano a perdita d'occhio, poi il Corno alle Scale, il Cimone, il Monte Vigese ed infine dietro, se la foschia lo permette, la pianura padana, da Modena fino a Bologna, distinguendo ad occhio nudo la chiesa di San Luca.
Nel mezzo, la valle del Limentra, il lago di Suviana, la mia piccola borgata...

Sabato scorso l'Alpe era spazzata da un fortissimo e gelido vento da Sud-Est. Non era possibile rimanere senza guanti per più di cinque minuti. 
Fotografavo, mi rimettevo i guanti, aspettavo di tornare in temperatura e tornavo a fotografare. 
Non mi ero accorto che all'orizzonte, verso Ovest e Nord-Ovest era possibile osservare ad occhio nudo le prime alpi Lombarde e forse, a Nord, le prime Dolomiti. Le ho notate quando, accucciato, mi sono riparato dal vento e ho lasciato che lo sguardo spaziasse oltre la pianura e vedesse le sagome bianche delle montagne distanti centinaia di chilometri. 
Nei prossimi giorni pubblicherò le foto di questa bellissimo e surreale orizzonte.

La pianura è così insignificante che lo sguardo supera centinaia di chilometri in un secondo.


Appennino Toscano
Sullo sfondo, da sinistra La Nuda e Cimone. In basso, lago di Suviana
Appennino Toscano e Modenese. A destra, Corno alle Scale.
Da queste parti viene prodotta la neve che arriva sulla mia valle.
Corno alle Scale dall'Alpe di Stagno
Osservo l'orizzonte, vedo le Alpi...

Nessun commento: