venerdì 12 novembre 2010

Vento che dorme

Foto del 24 ottobre2010

Dalle mie parti, quando la situazione meteo è incerta, succede che le nuvole si arrotolino sui monti che definiscono 'e bus dla iacma' e decidano il da farsi.
Si prendono il loro tempo, guardano la valle e poi scendono veloci.
Tali nuvole, se presenti lontane all'orizzonte in assenza di vento, preannunciano l'arrivo dello scirocco e molto probabilmente pioverà.
Le nuvole basse e cariche d'umidità, risalendo dall'appennino toscano, sembrano attorcigliarsi e rallentare la propria corsa sopra i pendii a sud, sembrano ferme, addormentate e si usa dire che 'e vent l'è a geger', cioè 'il vento sta dormendo'.
Se  'e vent l'è a geger' ed il sole sembra sicuro di sè, meglio non fidarsi, perchè se non pioverà subito, lo farà nel giro di poco.
Quella notte lo scirocco si era svegliato dopo un lungo sonno pomeridiano, ma soffiava solo in quota.
Contemporaneamente una bava di tramontana spingeva la nebbia lungo il Limentra.
Una situazione insolita: le nuvole nel cielo passavano veloci. la luna le illuminava e quindi bisognava fotografarle.
Foto scattate alle 2 di notte.

Costellazione di Orione:
Canon 50d - Zeiss 28mm


Nuvole veloci

Nessun commento: