domenica 26 dicembre 2010

Cinciarella nella tormenta

Il bosco si trasforma velocemente sotto una fitta nevicata.
La tramontana usa la neve per disegnare strane forme bianche, rendendo il bosco che conosco come le mie tasche una continua novità.
I cespugli pieni di spine diventano quasi belli ricoperti dalla prima neve, i prati e le foglie di castagno perdono rapidamente il proprio colore e tutto diventa bianco e nero.
Sono uscito appena la pioggia leggera si è trasformata in neve. 
L'aria ha un odore caratteristico, ha l'odore di neve, non saprei definirlo meglio.
Cammino sul terreno reso ormai un acquitrino e finalmente raggiungo il bosco.
Cerco di essere silenzioso, ma è un impresa, scivolo in continuazione.
Non riesco a guardare verso nord, la tramontana è leggera, ma sputa in faccia cristalli di neve che si sciolgono come collirio di ghiaccio negli occhi.
Impossibile guardare in quella direzione, impossibile vedere in anticipo la sagoma di qualche animale.
Mi addentro nel fitto del bosco, la tramontana non arriva fin qui e la neve cade dritta.
Nel silenzio sento il battito frenetico di ali leggere sopra la mia testa.
Pettirossi e cinciarelle sono alla ricerca di cibo, fanno il pieno con quello che trovano.
Infastiditi dalla improvvisa nevicata, non si curano della mia presenza, per loro è in gioco la vita.
La lotta per la sopravvivenza mi ricorda che la bellezza del paesaggio imbiancato è relativa.
Anche la cinciarella mi dà la sua lezione: ogni cosa dovrebbe essere valutata allargando il punto di vista.

Canon 50d - Zeiss 35mm
Canon 50d - 400mm - iso 1600
Canon 50d - 400mm - iso 1600
Canon 50d - 400mm - iso 1600
Canon 50d - 400mm - iso 1600
Canon 50d - 400mm - iso 1600

Nessun commento: