lunedì 20 dicembre 2010

Profili al lago di Suviana

D'inverno il lago di Suviana è deserto.
Solo i pescatori più appassionati stanno per ore immobili, in perfetta sintonia con la natura, in attesa.
Ho passato parecchi pomeriggi gelidi con mio padre, in attesa di una cattura, al lago.
Ce ne stavamo fino al tramonto, con la temperatura sotto lo zero, attendendo che il galleggiante sparisse sotto il filo dell'acqua.
Poche parole tra di noi, non erano necessarie.
Intorno il silenzio del lago, rotto ogni tanto dal salto a filo d'acqua di un pesce.
Sopra di noi, costantemente presenti, le cornacchie e le ghiandaie, costantemente agitate, i gabbiani che si radunano per la notte, i cormorani a pesca e qualche volta, in alto, abbiamo visto il profilo della poiana.

D'inverno, se la luce del tramonto è giusta, vado a fare due passi al lago.
Mi piace rivedere i profili delle anse del lago ricoperti di neve, vado a controllare i punti migliori per ogni tipo di pesca, li conosco a memoria.
Non mi sento mai solo, anche se sono l'unico ad aggirarsi per la pineta deserta e ormai quasi buia.
Qualche giorno fa sono stato al lago, era molto freddo.
Prima di andarmene la poiana mi ha salutato con un fischio, mi ha permesso uno scatto al suo stupendo profilo.
Un saluto da lassù è sempre bello.




Cormorani a pesca
Gabbiani in adunata
Profilo di ghiandaia
Il saluto della poiana

1 commento:

Anonimo ha detto...

Un luogo che anch'io amo tanto, davvero importante per me.

Sono felice di leggere parole e vedere fotografie così delicate per un posto speciale, grazie.