giovedì 28 aprile 2011

Un capriolo robusto

Non mi ha concesso molto tempo.
E' apparso in silenzio e ci siamo studiati per un minuto scarso.
Dimensioni ragguardevoli, petto e postura più da cervo che da capriolo.
Un maschio così è raro da vedere, la selezione naturale lo ha reso particolarmente schivo ed abile a comprendere situazioni pericolose.
Forse per questo ha avuto modo di crescere bene.
Spesso i caprioli, se avvertono una presenza non gradita, mostrano la propria prestanza atletica saltando sul posto e scalciando con le zampe posteriori.
Credo che tale comportamento serva a dire al predatore: 'Sei allenato? ..perchè se decidi di inseguirmi, te ne farò pentire'.

Il soggetto in questione non ha scalciato nè saltellato: mi ha fissato e si è allontanato con uno sguardo minaccioso.

2 commenti:

Marco ha detto...

Beh! Si vede che per lui, non eri un predatore valido. Oh ! Sempre un piacere venire sulla tua pagina. Mi soffermo un po ', mi piglio il tempo per leggere, guardare, imparare. E quando torno alla mia strada, tutto sembra decisamente più respirabile.

Fabrizio Rosano ha detto...

Ciao Marco!!
Effettivamente, per un momento mi sono sentito io la preda..