mercoledì 27 luglio 2011

Nuvole

Il cielo è nuvoloso, un grigio bianco solido e incombente.
Basta che in quel cielo cupo si apra uno squarcio verso il profondo blu...basta che il vento si alzi e cominci a scompigliare quel mantello compatto..basta che la trama si rompa e si insinui tra le nubi il dubbio che sia ora di togliere il disturbo.
Se la luce del sole filtra tra la terra e le nuvole, se l'umidità del terreno evapora verso l'alto, allora è meglio fermarsi e contemplare.
Spettacolo unico, biglietto libero, colori incredibili, atmosfera mozzafiato.

Sono solo in mezzo ad un prato deserto, la schiena appoggiata ad una balla di fieno pressata di recente: respiro qualcosa che forse è libertà e leggerezza ogni volta che le nuvole cambiano forma, ogni volta che il blu del cielo si riprende la scena.
Poi penso che senza nuvole quel cielo non sarebbe stato così incredibilmente bello, mi dispiace vedere che si dissolvono.
Non ci si libera mai dalle contraddizioni.
Ormai è buio, la scena appartiene alle stelle, l'aria si è fatta frizzante, meglio rientrare...





4 commenti:

Marco Carbocci ha detto...

Immagini magistrali ! Capisco bene la contraddizione che esprimi : per quanto a me, avrei gradito qualche nuvole durante il mio breve soggiorno toscano... ma già mi sono deciso a tornarci d'autunno.

Paolo Nisi ha detto...

Immagini bellissime come sempre.
Non sono più su Flickr ma continuerò sempre a seguirti su Quota 610.

Fabrizio Rosano ha detto...

Ciao Marco!! Spero tu abbia passato bene la tua visita in Italia.

Paolo, contento tu mi segua sempre, ma dispiaciuto non vedere le tue foto su flickr..Dove ti trovo?

Alberto ha detto...

Complimenti!!!