mercoledì 24 agosto 2011

Bramire...l'alba

Tempo di ferie, forse di riposo...ma questo non significa dormire come messicani in siesta perenne, nonostante le temperature torride di questi giorni...
Sveglia alle 4.30 o giù di lì, colazione con la finestra spalancata, aria fresca che entra lentamente, che risveglia la mente, che dona energia.
Sento il primo bramito di un cervo, un potente maschio sta suonando l'adunata, il tempo degli amori è vicino...

Esco che è ancora buio, percorro una quindicina di chilometri senza incontrare nessuno: al parcheggio, un fuoristrada di un appassionato come me che è già sul posto.
Anche lui credo attenda la foto del primo bramito.

Risalgo lentamente la prateria, annusando il profumo del mattino, avvertendo sulla pelle folate di aria tiepida, altra volte più fresca.
Qualche capriolo molto più mattiniero di me fugge nel buio.
Giungo sul crinale ed attendo che succeda qualcosa.
Mi siedo sul prato, mi stiracchio, osservo, ascolto.
Le prime luci dell'alba estiva tingono il cielo di molti colori, ma il dominante è il giallo oro.
Nella luce timida di un sole che ancora non è sorto si muove qualcosa di rapido.
Sono in due, ansimanti, scattanti, velocissimi.
Man mano che si avvicinano noto le forme di due cuccioli di volpe che si stanno rincorrendo, giocano, direi che si divertono.
Mi trasmettono un grande senso di libertà, sono certo che, a loro modo, siano felici.







1 commento:

Misty ha detto...

Stupendo il volpacchiotto!!!
Buone ferie