giovedì 9 ottobre 2014

Verde

Guardo i dati di scatto delle fotografie autunnali intorno al Dardagna: l'inquadratura, l'orario ed il giorno sono gli stessi, cambia soltanto l'anno.

Mi chiedo se sono ripetitivo...

No, non lo sono: obbedisco ad una specie di orologio biologico che mi richiama a migrare in certi periodi verso gli stessi sentieri, a respirare la stessa aria, ad immergermi negli stessi colori.










Nessun commento: