giovedì 15 ottobre 2015

Riposo post bramito

La pioggia torrenziale si è improvvisamente fermata.
Si alza un leggero vento che solleva la nebbia dai boschi colorati.
Un cervo dorme molto lontano da dove mi trovo: lo osservo per un pò, è di spalle ed il vento sembra essermi favorevole.
Mi avvicino lentamente, a volte mi fermo e vedo se ha cambiato idea, ma continua a sonnecchare guardando il bosco...
Sono abbastanza vicino, mi sdraio con 'gioia' sul prato zuppo d'erba. In un minuto anch'io sono zuppo.
La borsa fotografica il mio cavalletto, un appoggio di fortuna, ma sempre efficace.
Scatto un paio di volte ed il vento è ancora dalla parte giusta, poi decide di fare un paio di mulinelli e la mia copertura salta.
Il cervo annusa l'aria, accende il radar ed in pochi secondi è in piedi, fiero e spavaldo.
Mi fissa, una linguaccia e se ne va.

Mi alzo sorridendo, sono infangato alla perfezione, il cervo ai margini del bosco mi controlla ancora..



 


Nessun commento: